Home Page

1° Trofeo 1999

2° Trofeo 2000

3° Trofeo 2001

4° Trofeo 2002

5° Trofeo 2003

6° Trofeo 2004

7° Trofeo 2005

8° Trofeo 2006

9° Trofeo 2007

10 ° Trofeo 2008

11 ° Trofeo 2009

12 ° Trofeo 2010

13 ° Trofeo 2011

10° Trofeo Città di Misilmeri

Misilmeri 23 novembre 2008

CLASSIFICA GENERALE

Il marocchino Adil Lyazali vincitore assoluto del 10° trofeo città di Misilmeri

Finalmente ci siamo, anzi, "ci siamo stati".

Così dovrebbe cominciare questo articolo, come una pagina di un qualsiasi diario di bordo o di un qualsiasi diario personale. Dopo avere visto la nostra gara rinviata dal 7 settembre al 23 novembre, causa l´immondizia che festosamente affollava le strade della nostra ridente cittadina alle porte di Palermo, finalmente ieri, 23 novembre 2008, il decimo trofeo città di Misilmeri, valevole anche come quattordicesima prova del Gran Prix regionale di corsa, è stato disputato. Il lavoro tecnico-logistico che c´è stato dietro le quinte è stato immane: permessi, transenne, uffici tecnici vari ed eventuali, pacchi gara, manifesti, crostate, loti e pasta party. Questo è solo quello che si è manifestato davanti agli occhi di tutti, atleti e spettatori, ma c´è altro, c´è tanta passione, tanto impegno, tanti sacrifici, tanto amore e tanta abnegazione che ci ha consentito di portare a termine la manifestazione con successo. Restringendo il campo alla singola giornata, c´è da dire che è cominciata molto presto, erano le sei del mattino quando tutti i ragazzi della Marathon Misilmeri si sono dati appuntamento in Piazza Fontana Nuova per transennare il percorso, mettere il nastro, sistemare pacchi gara e premi ed organizzare le iscrizioni. Tanto lavoro svolto già di buon mattino. Il tutto è stato reso ancor più complicato dalla leggera pioggia e dal freddo pungente. Al via quasi 400 atleti, provenienti dalle più disparate province siciliane, gente che ha fatto tanti km per godere di una giornata di sano sport. L´evento si è articolato in due batterie, nella prima hanno preso il via le donne e le categorie mm 50 e oltre: qui da sottolineare è la fatica di D´Angelo Giovanni, cat mm 50 che ha chiuso in 24´31´´ precedendo la Scionti, buone anche le prestazioni dei fratelli Tessio, di Angelita Bonanno e della neo iscritta Antonella Li Santi. La seconda batteria, anche questa sotto la pioggia, ha visto al via tutte le rimanenti categorie, ma soprattutto ha visto alla partenza le nostre tre punte di diamante, il trio Badami, La Torre, L a Scala, che li ha visti protagonisti di un´ottima prova chiudendo rispettivamente al secondo terzo e quarto posto per quanto riguarda la classifica amatoriale (in quanto i primi tre erano atleti assoluti del calibro di Perrone Agnello e il marocchino, vincitore assoluto, Adil Lyazali) , con il tempo di 21´41´´. I tre hanno stupito i presenti con un arrivo a tre sulla linea del traguardo. Buone le prove di Greco, Merendino, Mancino e Pitarresi, nonché del sottoscritto (Pecoraro Salvo), che ha chiuso la sua gara in 26´12´´ nonostante la febbre e l´influenza. Menzione a parte merita il nostro presidente Enzo La Scala, che ha ottenuto un riscontro cronometrico che non rispecchia il suo stato di forma (è reduce dalla Maratona di Palermo chiusa in meno di 3he4) anche a causa dei vari rimproveri che ha dovuto dispensare durante la gara agli automobilisti indisciplinati (per usare un eufemismo) che incuranti delle transenne volevano intrufolarsi con le auto nel percorso. Premiazioni per tutti i vincitori delle rispettive categorie con un bassorilievo raffigurante l´Obelisco di Gilbirossa. Grande sorpresa per tutti noi alla fine, il presidente Enzo La Scala ha voluto omaggiare dei premi particolari per il trio La Scala, Badami, La Torre per i successi ottenuti in lungo ed in largo in Sicilia facendo così conoscere il nome della nostra cittadina, ed una targa ricordo a tutti gli atleti della Marathon come ringraziamento per l´impegno profuso in questo anno che ci ha permesso di conquistare la seconda posizione assoluta nella classifica finale regionale a squadre. Alla fine tutti da Di Martino per il pasta party, un ottimo ristoro post gara, che ha permesso agli atleti di rifocillarsi dopo la fatica, in più oltre alla pasta, nel menù erano inclusi i famosi loti, e un´invitante nonché buonissima crostata alla crema di loti. Un ringraziamento particolare va a tutti i ragazzi della Marathon e a quanti ci hanno sostenuto nella nostra piccola ma significativa impresa e anche se è lontano, un saluto particolare a Salvatore Azzaretto, che si è costantemente tenuto in contatto con noi per ricevere informazioni sull´andamento della nostra gara, e ai fratelli Mangiapane e a Cusimano ragazzi della Marathon che per vari motivi non sono stati presenti. Le foto della manifestazione sul nostro sito:www.marathonmisilmeri.it

Salvatore Pecoraro